Notturna 2017, alcuni dei top runners

IMG 5046Anna Spagnoli, vincitrice lo scorso anno tra le donne, sarà al via a difendere il suo successo, alla 78esima edizione della Notturna di San Giovanni, la corsa podistica competitiva più attesa, la seconda corsa più antica d’Italia, la manifestazione più importante dal punto di vista agonistico a Firenze sulla distanza di 10 km esatti, tutta pianeggiante per le vie del centro storico di Firenze. L’appuntamento è per domani sera, 17 giugno, con partenza (alle 21) e arrivo in Piazza Duomo. Si sfideranno gli atleti più forti della Toscana e campioni provenienti da fuori. La grande novità di quest’anno è il nuovo percorso, più scorrevole e che abbraccia tutte le principali bellezze di Firenze, tra cui Piazza Santa Croce e il Ponte Vecchio, oltre alle Rampe di San Niccolò, Piazza Pitti e Santa Maria Novella.
Anna Spagnoli, tesserata per l’Edera Forlì, vicecampionessa italiana di maratona 2015, lo scorso anno vinse in 36’12. Vanta anche un crono di 1:15’51” in mezza maratona (a Cremona nel 2015) e 34’58” sui 10 km su strada (a Prato l’anno scorso).
In campo maschile il vincitore dello scorso anno Massimo Mei, portacolori dell’Atletica Castello, è rientrato acciaccato per problemi a un ginocchio dopo la prova in azzurro ai Mondiali di corsa in montagna. In campo maschile i favoriti sono quindi al momento due atleti keniani: Erastus Kipkorir Circhir, classe 1983, dell’Atletica Futura Roma, un primato personale sui 10mila metri di 28’46”10” e 1:04’55” in mezza maratona, fatto ad Arezzo nel 2015; e Josphat Kimutai Koech, classe 1982, della Libertas Runners Livorno, lo scorso anno vincitore del traguardo delle Piastre sui 30 km alla Pistoia-Abetone, un primato personale di 1:03’52” in mezza maratona e 28’31”17 sui 10mila in pista; Koech era presente alla Notturna anche lo scorso anno.

I primati della gara sono 28’30” in campo maschile di Luca Panichi del 1991, e 33’18” tra le donne di Gloria Marconi nel 2009. Quest’anno col nuovo percorso c’è curiosità per capire se verranno avvicinati.

L’organizzazione è curata da Firenze Marathon in collaborazione con Atletica Firenze Marathon e il patrocinio del Comune di Firenze.
Sono previsti quasi 3000 podisti al via. L’evento si svolge come da tradizione nell’ultimo sabato prima della Festa del Santo Patrono di Firenze, San Giovanni Battista, festa che culminerà con i tradizionali “Fochi” d’artificio il 24 giugno. Saranno circa 250 i volontari di Firenze Marathon a presidiare il percorso e ad assistere i podisti prima, durante e dopo la gara.
A tutti i partecipanti verrà la ormai tradizionale maglia ricordo Asics dipinta da un’artista fiorentino. Stavolta l’onere e l’onore è toccato a Sergio Rinaldelli. Saranno premiati complessivamente oltre 200 atleti, Asics implementerà i premi con proprio materiale tecnico.

Seguici su

twitter

GINKY FAMILY RUN